La socializzazione e la socialità sono due concetti chiave nell’ambito del comportamento, ma spesso i due termini vengono confusi o utilizzati come sinonimi. Tuttavia, è importante distinguerli per comprendere il comportamento del nostro cane e operare per migliorare il suo benessere.

La socializzazione si riferisce al processo attraverso il quale un cane impara ad interagire in modo appropriato prima con i suoi simili, poi con l’ambiente, gli altri animali e le persone. D’altra parte, la socialità si riferisce alla disposizione innata del cane a cercare il contatto e l’interazione sociale.

Le fasi di sviluppo del cane

Le fasi principali del ciclo di vita del cane includono:

  1. Fase Neonatale (0-2 settimane): Durante i primi giorni, il cucciolo è vulnerabile ed è completamente dipendente dalla madre.
  2. Periodo di transizione: Intorno alle 2-3 settimane, con l’apertura degli occhi e dei canali uditivi, il cucciolo inizia l’esplorazione del mondo esterno, avviando lo sviluppo di competenze comunicative e sociali.
  3. Socializzazione (3-12 settimane): Durante questa fase, il cucciolo ha l’opportunità di rafforzare le interazioni, prima con la madre e successivamente con i fratelli. Le interazioni in questo periodo contribuiscono allo sviluppo delle capacità comunicative e delle regole sociali.
  4. Periodo Giovanile (dalla 12^ settimana alla pubertà): Il cane diventa più indipendente, impara le regole sociali e si inserisce nel branco. Questa fase è caratterizzata dall’individuazione del proprio ruolo sociale e dalle interazioni con i membri adulti.
  5. Pubertà (circa 5 mesi in poi – per alcuni soggetti il periodo è spostato più avanti): Si verifica la maturazione sessuale, seguita dalla maturazione psicologica.
  6. Età adulta: Intorno ai due anni, il cane è considerato adulto, indipendente e in grado di interagire correttamente con altri individui e l’ambiente circostante.

La socializzazione

La socializzazione è un aspetto cruciale durante lo sviluppo evolutivo e si suddivide in due fasi:

– Socializzazione Primaria (8-12 settimane): Il cucciolo riconosce la sua identità di specie, apprende strategie comunicative e impara a interagire con altri cani e individui di diverse specie in modo positivo.

– Socializzazione Secondaria (12-16 settimane): Il cane è ancora incline alla socializzazione, ma ciò che apprende in questa fase non è facilmente generalizzabile ad altri contesti. È una fase reversibile che richiede una gestione continua.

La socializzazione è quindi un processo appreso che avviene durante le prime settimane di vita del cucciolo, mentre la socialità è una caratteristica innata del singolo individuo: la socializzazione può sicuramente influenzare la capacità del cane di interagire serenamente con i suoi simili, l’uomo e l’ambiente, ma non è sinonimo di socialità.

La socialità

La selezione operata dall’uomo ha predisposto alcune razze ad essere più socievoli e amichevoli, mentre altre possono mostrare un comportamento più riservato o addirittura avverso alla presenza di altri cani o meno collaborativo nei confronti dell’uomo.

La socialità nel cane è una componente fondamentale del suo comportamento naturale. Una socializzazione ben ponderata aiuta il cane a sviluppare la curiosità sociale tipica della sua specie: in quanto proprietari, per il nostro cane dovremmo cercare di bilanciare l’esposizione alle nuove esperienze (socializzazione) con l’opportunità di interagire con altri cani e persone (socialità).

 

Educazione cinofila e consulenza della relazione felina

Contatti

Orari

Da martedì alla domenica 

Dalle 9.00 alle 19.00 

Newsletter

Copyright © 2021 Master Pet. All Rights Reserved. Powered by Arkeba. | Policy Privacy e Cookie